Insufflaggio certificato è specializzato nella coibentazione termica tramite la tecnica dell’insufflaggio.

Un’indagine di mercato (Ance-cresme) sottolinea come oltre il 60% del patrimonio edilizio italiano (circa 7 milioni di immobili) sia precedente al 1971. All’epoca, la costruzione degli edifici in Italia prevedeva, il sistema di costruzione dei muri perimetrali con intercapedine d’aria chiamati anche “a cassa vuota”.

Lo scopo era quello di coibentare con l’elemento in natura più performante a livello termico: l’aria; si pensava, infatti, che l’intercapedine potesse fungere da isolante termico. In realtà lo spessore dell’intercapedine influisce in maniera determinante sull’efficienza energetica della parete oltre che sul comfort abitativo. In particolare solo in intercapedini con uno spessore limitato (2 o 3 cm) l’aria ferma all’interno può rappresentare un buon isolante; per spessori superiori, come si riscontra quasi sempre, si attivano dei veri e propri moti convettivi che contribuiscono a disperdere il calore.

Allo stesso modo, insufflando nelle intercapedini materiali capaci di trattenere l’aria, otteniamo una coibentazione termica e un’aerazione che impediscono il ristagno e la formazione di muffe in ambienti facilmente soggetti a questi deterioramenti.

In linea generale tale tecnica viene effettuata attraverso una rete di fori nella parete attraverso cui viene “insufflato” del materiale all’interno dell’intercapedine. Si procede al suo riempimento sempre dal basso verso l’alto con comunicazione del materiale isolante da foro a foro fino a quelli più alti. A riempimento completato i fori vengono chiusi, pronti ad essere imbiancati.

Intercapedine coibentazione interna

Intercapedine coibentazione interna

La scelta del materiale influenza in maniera significativa la prestazione termica  raggiungibile oltre che la tecnica di intervento.

Il vantaggio principale di tale tecnica è sicuramente il costo contenuto facilmente ammortizzabile oltre che dal risparmio energetico immediato e dall’abbassamento dei consumi in bolletta anche dal meccanismo delle detrazioni fiscali del 65% recentemente prorogato a tutto il 2019.  La detrazione fiscale, se il lavoro viene eseguito dal condominio, può arrivare fino al 75% con evidenti vantaggi economici per l’utente finale.

L’isolamento termico delle pareti interne è inoltre un intervento efficace e veloce (è sufficiente una singola giornata lavorativa per isolare le intercapedini di un appartamento), che non richiede permessi comunali e che si può fare anche nel singolo alloggio di un condominio.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Cliccando su ISCRIVITI accetti di ricevere la nostra newsletter (Privacy Policy). Puoi cancellarti in qualsiasi momento cliccando sul link nella newsletter che ti invieremo.

5/5 (2 Reviews)

Ultimo aggiornamento