Come si legge la scheda tecnica dei materiali per insufflaggio – Parte 2. Prosegue il nostro approfondimento sulle caratteristiche di un ottimo isolante. Nell’articolo precedente (Parte 1) abbiamo iniziato la descrizione delle caratteriste e dei valori che vanno esaminati quando si ha la scheda tecnica di un materiale isolante.  Ci si è concentrati sugli aspetti che prima di tutto ci si aspetta da un materiale per isolamento termico: proteggerci dal caldo e dal freddo.

Con questo articolo proseguiamo la descrizione  su come si legge la scheda tecnica. Vediamo quelle caratteristiche che sono altrettanto importanti e necessarie per un buon materiale isolante. Quali sono poi le certificazioni dei materiali per insufflaggio che dobbiamo conoscere.

Traspirabilità di un materiale isolante (o resistenza al passaggio del vapore)

La traspirabilità di un materiale isolante (o la resistenza la passaggio del vapore) è una proprietà spesso trascurata, ma in realtà molto importante. Non vogliamo adesso parlare di muffa e condensa in casa. A tal proposito, come sempre, si invita a leggere gli appositi articoli specifici sull’argomento. In cui si approfondiscono i significati di permeabilità al vapore, di freno al vapore, di quantità di vapore, vapore acqueo e ponti termici.

Basti sapere che tanto più un materiale è traspirante, tanto più bassa è la possibilità che si crei condensa sulla sua superficie.

Nelle schede tecniche la traspirabilità di un materiale isolante viene indicata con la lettera greca 𝜇 (mu), ed è una grandezza dimensionale. Il suo valore si ricava paragonandolo a quello d’ aria, a cui viene dato convenzionalmente il valore più basso: 1.
Quindi un materiale diverso dall’aria avrà sempre un valore maggiore di 1. Oppure, al limite, pari proprio ad 1 se è traspirante quanto l’aria stessa.

Sulla scheda tecnica di Insufflaggio Certificato leggiamo che il materiale ha lo stesso valore di traspirabilità dell’aria:

Traspirabilità di un materiale isolante (o resistenza al passaggio del vapore)

Traspirabilità di un materiale isolante (o resistenza al passaggio del vapore)

𝜇 = 1

I valori di μ di alcuni materiali di uso comune

Abbiamo visto l’importanza della traspirabilità di un materiale isolante per risparmio energetico. Nella tabella che segue sono riportati i valori di traspirabilità μ di alcuni materiali di uso comune (fonte: UNI 10351).

MATERIALEμ
Aria “in quiete” a 20 °C1
Calcestruzzo confez. con aggregati naturali (a struttura chiusa)148,46
Cartongesso in lastre8,39
Intonaco di calce e gesso10,72
Mattoni in laterizio pieni o forati5,36
Legno di abete (flusso perpendicolare alle fibre)643,33
Argilla espansa in granuli da 3 a 25 mm3,09
Fibre di cellulosa3,09
Polistirolo espanso in granuli3,09
Polietilene espanso estruso in continuo, non reticolato205,32
Polistirene espanso sinterizzato, in lastre ricavate da blocchi61,27
Porcellana (piastrelle)205,32
Rocce naturali di marmo10,000
Vetro da finestre1’000’000’000’000

La classe di assestamento di un materiale isolante

Dopo aver compreso il parametro di traspirabilità di un materiale isolante, proseguiamo il nostro approfondimento su come si legge la scheda tecnica dei materiali isolanti affrontando un aspetto legato alle proprietà meccaniche del materiale. Quando si parla di isolare con insufflaggio intercapedine, una delle preoccupazioni ricorrenti è: “cosa succede al materiale nel tempo?”.
Ovvero che succede con il trascorrere degli anni? E se si abbassa all’interno dell’intercapedine lasciando uno spazio vuoto in alto?
Fortunatamente c’è una grandezza che serve proprio a tutelare il consumatore in tal senso. Si parla di “classe di assestamento” per indicare, appunto, quanto può abbassarsi il materiale nel tempo. Inutile sottolineare l’importanza di questa grandezza.

Il materiale di Insufflaggio Certificato ha la classe di assestamento più alta, la classe S1. Questo è il valore più alto e quello più difficile da conseguire.
Significa che trascorsi 25 anni dall’installazione, l’abbassamento del materiale nell’intercapedine è: NON MISURABILE, in quanto inferiore all’ 1%.
Per maggiori approfondimenti su questo specifico argomento si rimanda alla normativa Europea EN 14064-1.

Sulla scheda tecnica di Insufflaggio Certificato scopriamo che la classe di assestamento raggiunta dal materiale è quella di valore più alto:

La classe di assestamento di un materiale isolante

La classe di assestamento di un materiale isolante

Classe di assestamento = S1

Le certificazioni dei materiali per insufflaggio

Concludiamo questa guida su come si legge la scheda tecnica dei materiali isolanti con una descrizione delle principali certificato di cui potrebbe essere fornito.

Esistono sistemi di certificazione discendenti da regolamenti europei o da famiglie di norme, utili per conoscere la composizione di un prodotto, oppure il suo ciclo di produzione.

Elencarle tutte sarebbe faticoso e poco utile a capire come si legge la scheda tecnica dei materiali. Il consiglio che si vuole dare è quello di esaminare con attenzione quelle a corredo del materiale che si sta valutando. Può essere d’aiuto, se possibile, raccogliere informazioni anche sull’Ente che le ha rilasciate.

Le certificazioni dei materiali per insufflaggio

Le certificazioni dei materiali per insufflaggio

Anche il materiale utilizzato da Insufflaggio Certificato, naturalmente, è ricco di certificazioni. Le principali e più importanti di queste sono:

Le certificazioni dei materiali per insufflaggio – Marchio CE

Tutti i prodotti utilizzati da Insufflaggio Certificato sono conformi alle normative dell’Unione Europea, rispondono ai requisiti prestazionali richiesti dal regolamento per i prodotti da costruzione (CPR 305/2011) e riportano marcatura CE e DoP. La marcatura CE indica che il prodotto è conforme a tutte le disposizioni comunitarie che prevedono il suo utilizzo: dalla progettazione, alla fabbricazione, all’immissione sul mercato, alla messa in servizio del prodotto fino allo smaltimento.

Le certificazioni dei materiali per insufflaggio – Marchio BBA

Il BBA (British Board of Agrément) è un ente del Regno Unito che rilascia certificati per prodotti e sistemi di costruzione e fornisce servizi di ispezione a supporto dei loro progettisti e installatori. Frequentemente gli ispettori BBA ispezionano gli stabilimenti e ne controllano i sistemi di qualità.

Le certificazioni dei materiali per insufflaggio – Marchio FIVRA

Le lane di vetro e le lane di roccia prodotte e commercializzate dai soci FIVRA sono sicure perché conformi alla nota Q e/o alla nota R e possono dunque essere utilizzate con tranquillità, perché rispecchiano i più severi requisiti sanitari.
Il rispetto della “nota Q”, per i soci FIVRA, è attestato da autorevoli istituti di fama internazionale (come ad esempio l’Istituto Fraunhofer).

I manufatti in lana minerale sono stati approfonditamente studiati e vi sono più di 2.500 pubblicazioni scientifiche dei massimi esperti che stabiliscono che sono sicure durante la produzione, l’installazione e il normale esercizio degli edifici.
La valenza di questi studi scientifici è stata riconosciuta dalle autorità sanitarie internazionali, europee e nazionali. Ad esempio, il REACH (Regolamento Europeo concernente la registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche) classifica le lane minerali come NON pericolose.

Le certificazioni dei materiali per insufflaggio – Marchio EUCEB

EUCEB (European Certification Board for Mineral Wool Products) è un ente di certificazione indipendente che verifica, attraverso un controllo continuo della produzione, il rispetto della composizione dell’ISOLANTE. Grazie all’etichetta EUCEB, è possibile riconoscere facilmente quali lane minerali sono bio-solubili. A conferma della non pericolosità del materiale utilizzato, è intervenuta anche la Direttiva n. 2009/2/CE, che ha eliminato la classificazione di rischio “R38 – irritante per la pelle”, confermando i soli consigli di prudenza S2 (tenere lontano dalla portata dei bambini, se il prodotto è venduto al dettaglio) e S36/37 (usare indumenti protettivi e guanti adatti).

Le certificazioni dei materiali per insufflaggio – Marchio Eurofins

I prodotti usati si fregiano della prestigiosa e ambita certificazione Eurofins Indoor Air Comfort Gold (livello massimo), a dimostrazione della rispondenza del materiale ai più elevati standard europei e internazionali in ambito indoor air quality (qualità dell’aria interna).
La conformità ai severi requisiti fissati dal livello GOLD del certificato Eurofins Indoor Air Comfort è garanzia di ridottissime emissioni nell’aria di VOC (Volatile Organic Compounds – Composti organici volatili), requisito sempre più importante all’interno dei sistemi di certificazione ambientale e, laddove presenti, di normative nazionali nella valutazione della qualità dell’aria interna e del comfort abitativo.

Iscriviti alla nostra Newsletter



Acconsento al trattamento dei miei dati personali in conformità al D.Lgs 196/2003. Leggi la Privacy Policy.

Articoli recenti

Come si legge la scheda tecnica dei materiali per insufflaggio - Parte 1

Come si legge la scheda tecnica dei materiali per insufflaggio – Parte 1

Leggi l’articolo
La Circolare Attuativa del Bonus Facciate 2020: i lavori agevolabili

La Circolare Attuativa del Bonus Facciate 2020: i lavori agevolativi

Leggi l’articolo
La Circolare Attuativa del Bonus Facciate 2020: come fare i pagamenti

La Circolare Attuativa del Bonus Facciate 2020: come fare i pagamenti

Leggi l’articolo
Le opportunità per il condominio nel 2020 con Insufflaggio Certificato

Le opportunità per il condominio nel 2020 con Insufflaggio Certificato

Leggi l’articolo
La Circolare Attuativa del Bonus Facciate 2020: modalità e adempimenti

La Circolare Attuativa del Bonus Facciate 2020: modalità e adempimenti

Leggi l’articolo
Come scegliere il giusto materiale isolante per la tua casa?

Come scegliere il giusto materiale isolante per la tua casa?

Leggi l’articolo
Ecobonus con le parti comuni degli edifici condominali

Ecobonus con le parti comuni degli edifici condominali

Leggi l’articolo
Bonus Facciate: cos’è, come funziona, a chi spetta!

Bonus Facciate: cos’è, come funziona, a chi spetta!

Leggi l’articolo
Insufflaggio Certificato o cappotto termico?

Insufflaggio Certificato o isolamento a cappotto, quale scegliere?

Leggi l’articolo
Prorogato l’Ecobonus 2020 dalla nuova Legge di Bilancio, approfittane!

Prorogato l’Ecobonus 2020 dalla nuova Legge di Bilancio, approfittane!

Leggi l’articolo
Muffa e condensa in casa? Risolvi con Insufflaggio Certificato!

Muffa e condensa in casa? Risolvi con Insufflaggio Certificato!

Leggi l’articolo
Isolamento del sottotetto con Insufflaggio Certificato

Isolamento del sottotetto con Insufflaggio Certificato

Leggi l’articolo
Isola dal caldo la casa. I vantaggi di Insufflaggio Certificato anche in estate.

Isola dal caldo la casa, i vantaggi di Insufflaggio Certificato anche in estate.

Leggi l’articolo
Riqualificazione di un capannone con Insufflaggio Certificato (Parte 2)

Riqualificazione di un capannone con Insufflaggio Certificato, (Parte 2)

Leggi l’articolo
Riqualificazione di un capannone con Insufflaggio Certificato (Parte 1)

Riqualificazione di un capannone con Insufflaggio Certificato, (Parte 1)

Leggi l’articolo
Il comportamento dei ponti termico con Insufflaggio Certificato

Il comportamento dei ponti termici con Insufflaggio Certificato.

Leggi l’articolo
Agevolazioni Iva al 10% con Insufflaggio Certificato

Agevolazioni Iva al 10%, con Insufflaggio Certificato

Leggi l’articolo
Risparmio e benessere in casa con Insufflaggio Certificato

Risparmio e benessere in casa con Insufflaggio Certificato.

Leggi l’articolo
La Detrazione 65% con Insufflaggio Certificato (Parte 3: Un esempio concreto)

Detrazione 65% con Insufflaggio Certificato, (Parte 3: Un esempio concreto)

Leggi l’articolo
La Detrazione 65% con Insufflaggio Certificato (Parte 2: Altri aspetti)

Detrazione 65% con Insufflaggio Certificato (Parte 2: Altri aspetti)

Leggi l’articolo
Come sfruttare l’Ecobonus e avere la Detrazione Fiscale 65% per lavori di Insufflaggio Certificato (Parte 1: Primi passi)

Detrazione 65% con Insufflaggio Certificato (Parte 1: Primi passi)

Leggi l’articolo
Come fare l’isolamento termo acustico senza commettere errori

Come fare isolamento termo acustico, senza commettere errori

Leggi l’articolo
5/5 (1 Review)

Ultimo aggiornamento