Guida: come fare i documenti e la pratica per la detrazione Enea 65 – 1a parte. Vediamo come fare i documenti per la detrazione fiscale passo-passo.

Sono molte le notizie reperibili che illustrano i possibili vantaggi fiscali per chi deve fare dei lavori in casa. Sul nostro stesso blog è presente più di un articolo che spiega come cogliere i vantaggi economici dopo aver eseguito lavori di risparmio energetico.
Specialmente se tale riqualificazione viene eseguita con il sistema di Insufflaggio Certificato.

Con questo articolo però vogliamo essere d’aiuto ai nostri amici che hanno concluso i lavori e devono comunicare i risultati all’ Enea. L’ente preposto alle pratiche di richiesta di Detrazione Fiscale e di Ecobonus.

Vediamo di illustrare passo-passo quali sono le notizie e i dati tecnici che vanno comunicati attraverso la procedura telematica per fare correttamente la pratica per la detrazione Enea 65 a lavori effettuati.

Come procedere, nel rispetto della legge di bilancio, per usufruire della detrazione in base alla tipologia di lavoro. Quali documenti inviare entro 90 giorni dal termine dei lavori.  Quali dati occorrono per la dichiarazione dei redditi. Per l’ Agenzia delle Entrate o per la pratica inviata all Enea. In sintesi tutto quello che deve essere dichiarato per richiedere la detrazione a seguito di lavori di efficienza energetica  per la riduzione dei consumi energetici (per una singola unità o per le parti comuni di edifici).

Come fare la pratica Enea: l’accesso al portale

Per iniziare occorre raggiungere il portale web che l’Enea mette a disposizione. In realtà di “portali” l’Enea ne ha diversi, uno per ciascun anno solare in cui si sono svolti i lavori. Tutti raggiungibili al seguente link da cui si può scegliere l’anno solare di interesse.

Al momento è possibile scegliere fra le annualità fino al 2019 compreso. Entro fine marzo 2020 verrà attivato anche quello relativo all’anno solare 2020.
Le immagini che seguono fanno riferimento a quello relativo all’anno solare 2019, e da questo sono state estrapolate. Non ci aspettiamo comunque sostanziali differenze per gli anni a venire.

Come fare la pratica Enea: l’accesso al portale

Come fare la pratica Enea: l’accesso al portale

Come fare la pratica Enea: la registrazione

Per iniziare a fare la pratica di detrazione fiscale la prima cosa da fare, se non si è già fatto, è la registrazione al portale dell’Enea che abbiamo scelto.

Non ci dilungheremo su questo passaggio in quanto non differisce da molti analoghi presenti sul web. In sostanza si tratta di fornire i propri dati (chiamati “dati del contribuente”) attendere una email per la conferma con un link all’interno su cui cliccare, ed infine accedere al sito con username e password creati.

Come fare la pratica Enea: la registrazione

Come fare la pratica Enea: la registrazione

Come fare la pratica Enea: l’area personale

Eseguito l’accesso con la propri username e password si accede alla propria “area personale”. Da qui è possibile eseguire diverse cose, fra cui, in futuro, monitorare lo stato della propria pratica per la detrazione Enea 65.

Noi ci interessiamo a come fare una nuova comunicazione Enea per l’ottenimento dell’Ecobus. Dall’area personale accediamo direttamente alla pagina “nuova dichiarazione”, come mostrato nella figura sottostante. In modo tale iniziamo effettivamente a compilare la pratica per la detrazione Enea 65.

Come fare la pratica Enea: l’area personale

Come fare la pratica Enea: l’area personale

Come fare la pratica Enea: dati beneficiario

La prima cosa da fare quando si inizia la compilazione di una nuova dichiarazione per le detrazioni fiscali Enea, è inserire tutti i dati del beneficiario. Ovvero identificare chi sarà ad ottenere la detrazione fiscale.
I dati da inserire non dovrebbero pertanto scoraggiare. Si tratta di identificare il soggetto beneficiario definendone:

  • la tipologia (se persona fisica o persona giuridica);
  • il nome e il cognome;
  • il sesso (se femminile “F”, se maschile “M”);
  • la data di nascita (nel formato (gg/mm/aaaa);
  • il luogo di nascita (nazione, regione, provincia, comune);
  • la residenza (nazione, regione, provincia, comune);
  • l’indirizzo di residenza (indirizzo, n° civico, cap);
  • il codice fiscale;
  • i contatti (il numero di telefono).

Per proseguire è importante cliccare sul tasto “Salva”, che è ubicato in basso a sinistra.

Come fare la pratica Enea: dati beneficiario

Come fare la pratica Enea: dati beneficiario

Come fare la pratica Enea: dati dell’immobile

Prosegue la pratica andando a definire l’immobile oggetto della stessa. Ovvero definendo l’edificio o unità immobiliare su cui si sono eseguiti i lavori da inserire dentro la pratica per la detrazione Enea 65.

Come per la definizione del beneficiario, la definizione dell’immobile avviene inserendo una serie di dati identificativi. I principali di questi sono:

  • ubicazione dell’immobile (in alternativa ai dati catastali): regione, provincia e comune;
  • indirizzo dell’immobile (in alternativa ai dati catastali): indirizzo, civico, scala, interno, cap;
  • dati catastali (in alternativa all’ubicazione): codice catastale del comune; foglio, mappale, subalterno;
  • superficie utile [m2]: questa è la superficie calpestatile (in metri quadrati) dei soli vani riscaldati dell’immobile, come specificato dall’Enea nelle FAQ relative. Sono esclusi, quindi, le superfici occupate dai muri interni e delle zone non riscaldate.
  • titolo di possesso: proprietario o comproprietario, detentore o co-detentore, familiare convivente con il possessore o con il detentore, condominio;
  • numero di unità immobiliari che compongono l’intero edificio: occorre specificare il numero di tutte le unità immobiliari che costituiscono l’immobile oggetto della richiesta. Si ricorda che per unità immobiliari va inteso una qualsiasi unità in cui sia prevista la presenza persone (abitazioni, uffici, scuole, negozi, impianti produttivi, ecc.). sono escluse dal computo le unità immobiliare che dal punto di vista urbanistico possono definirsi come “accessorie”.
  • anno di costruzione: anche stimato;
  • destinazione d’uso generale: residenziale, non residenziale, misto;
  • destinazione d’uso particolare:
    • edifici adibiti a residenza e assimilabili (con carattere continuativo o saltuario, alberghi ed attività similari);
    • edifici adibiti a uffici e assimilabili;
    • edifici adibiti a ospedali, cliniche o case di cura e assimilabili;
    • edifici adibiti ad attività ricreative, associative o di culto e assimilabili (cinema, teatri, sale riunioni, musei, chiese e similari);
    • edifici adibiti ad attività commerciali e assimilabili; edifici adibiti ad attività sportive (piscine, palestre, servizi di supporto alle attività sportive);
    • edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli e assimilabili edifici adibiti ad attività industriali ed artigianali e assimilabili;
  • tipologia edilizia: edificio in linea e condominio oltre i tre piani fuori terra; edificio a schiera e condominio fino a tre piani; costruzione isolata (es. mono o plurifamiliare); edificio industriale, artigianale o commerciale; altro.

Si completa il passaggio cliccando sul tasto “salva”, in basso.

Come fare la pratica Enea: dati dell’immobile

Come fare la pratica Enea: dati dell’immobile

Le nostre pubblicazioni

Amazon Pubblicazione | Insufflaggio Capannone Industriale di Giovanni Sardella

Insufflaggio Capannone Industriale

di Giovanni Sardella

ACQUISTALO SU AMAZON

ACQUISTA
Amazon Pubblicazione | Insufflaggio Appartamento di Giovanni Sardella

Insufflaggio di un Appartamento

di Giovanni Sardella

ACQUISTALO SU AMAZON

ACQUISTA
Amazon Pubblicazione | Insufflaggio Villa Unifamiliare di Giovanni Sardella

Insufflaggio Villa Unifamiliare

di Giovanni Sardella

ACQUISTALO SU AMAZON

ACQUISTA

Iscriviti alla nostra Newsletter



Acconsento al trattamento dei miei dati personali in conformità al D.Lgs 196/2003. Leggi la Privacy Policy.

Articoli recenti

Come si legge la scheda tecnica dei materiali per insufflaggio – Parte 2

Come si legge la scheda tecnica dei materiali per insufflaggio – Parte 2

Leggi l’articolo
Come si legge la scheda tecnica dei materiali per insufflaggio - Parte 1

Come si legge la scheda tecnica dei materiali per insufflaggio – Parte 1

Leggi l’articolo
La Circolare Attuativa del Bonus Facciate 2020: i lavori agevolabili

La Circolare Attuativa del Bonus Facciate 2020: i lavori agevolativi

Leggi l’articolo
La Circolare Attuativa del Bonus Facciate 2020: come fare i pagamenti

La Circolare Attuativa del Bonus Facciate 2020: come fare i pagamenti

Leggi l’articolo
Le opportunità per il condominio nel 2020 con Insufflaggio Certificato

Le opportunità per il condominio nel 2020 con Insufflaggio Certificato

Leggi l’articolo
La Circolare Attuativa del Bonus Facciate 2020: modalità e adempimenti

La Circolare Attuativa del Bonus Facciate 2020: modalità e adempimenti

Leggi l’articolo
Come scegliere il giusto materiale isolante per la tua casa?

Come scegliere il giusto materiale isolante per la tua casa?

Leggi l’articolo
Ecobonus con le parti comuni degli edifici condominali

Ecobonus con le parti comuni degli edifici condominali

Leggi l’articolo
Bonus Facciate: cos’è, come funziona, a chi spetta!

Bonus Facciate: cos’è, come funziona, a chi spetta!

Leggi l’articolo
Insufflaggio Certificato o cappotto termico?

Insufflaggio Certificato o isolamento a cappotto, quale scegliere?

Leggi l’articolo
Prorogato l’Ecobonus 2020 dalla nuova Legge di Bilancio, approfittane!

Prorogato l’Ecobonus 2020 dalla nuova Legge di Bilancio, approfittane!

Leggi l’articolo
Muffa e condensa in casa? Risolvi con Insufflaggio Certificato!

Muffa e condensa in casa? Risolvi con Insufflaggio Certificato!

Leggi l’articolo
Isolamento del sottotetto con Insufflaggio Certificato

Isolamento del sottotetto con Insufflaggio Certificato

Leggi l’articolo
Isola dal caldo la casa. I vantaggi di Insufflaggio Certificato anche in estate.

Isola dal caldo la casa, i vantaggi di Insufflaggio Certificato anche in estate.

Leggi l’articolo
Riqualificazione di un capannone con Insufflaggio Certificato (Parte 2)

Riqualificazione di un capannone con Insufflaggio Certificato, (Parte 2)

Leggi l’articolo
Riqualificazione di un capannone con Insufflaggio Certificato (Parte 1)

Riqualificazione di un capannone con Insufflaggio Certificato, (Parte 1)

Leggi l’articolo
Il comportamento dei ponti termico con Insufflaggio Certificato

Il comportamento dei ponti termici con Insufflaggio Certificato.

Leggi l’articolo
Agevolazioni Iva al 10% con Insufflaggio Certificato

Agevolazioni Iva al 10%, con Insufflaggio Certificato

Leggi l’articolo
Risparmio e benessere in casa con Insufflaggio Certificato

Risparmio e benessere in casa con Insufflaggio Certificato.

Leggi l’articolo
La Detrazione 65% con Insufflaggio Certificato (Parte 3: Un esempio concreto)

Detrazione 65% con Insufflaggio Certificato, (Parte 3: Un esempio concreto)

Leggi l’articolo
La Detrazione 65% con Insufflaggio Certificato (Parte 2: Altri aspetti)

Detrazione 65% con Insufflaggio Certificato (Parte 2: Altri aspetti)

Leggi l’articolo
Come sfruttare l’Ecobonus e avere la Detrazione Fiscale 65% per lavori di Insufflaggio Certificato (Parte 1: Primi passi)

Detrazione 65% con Insufflaggio Certificato (Parte 1: Primi passi)

Leggi l’articolo
Come fare l’isolamento termo acustico senza commettere errori

Come fare isolamento termo acustico, senza commettere errori

Leggi l’articolo
0/5 (0 Reviews)

Ultimo aggiornamento