Uno dei problemi più fastidiosi e dannosi per il comfort abitativo è quello legato all’umidità; la presenza di acqua nelle murature può provocare inconvenienti come la diminuzione del comfort termico.Con i nuovi materiali e le attuali normative sull’isolamento termico, possiamo rimediare a questi problemi.

Umidità

Umidità

Troppa umidità rende l’abitazione insalubre generando, in primis, problematiche riguardanti la salute, e problematiche inerenti i consumi energetici aumentandone così il fabbisogno a causa dell’eccessiva richiesta di riscaldamento degli ambienti troppo freddi.

Il materiale isolante funge da regolatore igrometrico poiché ha la capacità di trattenere l’umidità in eccesso e rilasciarla quando l’aria è secca.

Negli appartamenti umidi si riscontrano anche irritazioni non specifiche delle mucose degli occhi, del naso, della gola, come pure della pelle, che non hanno un’origine allergica. Se questi stati irritativi persistono, possono svilupparsi processi infiammatori a carico delle vie respiratorie superiori. Come causa entrano in gioco le muffe ma anche sostanze chimiche liberate da materiali edili umidi.  Nei locali umidi possono sprigionarsi odori sgradevoli; la crescita di muffa e batteri, infatti, è accompagnata ben presto dal caratteristico odore di ‘muffa’, che si compone di un misto di terra, umidità e funghi avvertibile già in minime quantità e se questi odori vengano percepiti come sgradevoli o persino nocivi, possono causare la manifestazione di disturbi come insonnia, stanchezza, mal di testa e nausea.

Insufflando l’intercapedine, riempiamo completamente lo spazio tra le murature, creando un isolamento termoacustico ottimale, con un intervento estremamente semplice e poco invasivo.

Coibentare la propria casa, non solo un modo per creare ambienti più vivibili e confortevoli e quindi non avere una casa con umidità e piena di condensa, ma soprattutto un modo efficace per risparmiare sull’energia destinata al riscaldamento d’inverno e alla climatizzazione d’estate. Grazie al bonus per le ristrutturazioni edilizie, inoltre, potrai ottenere delle detrazioni fiscali fino al 65% per interventi volti al risparmio energetico.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Cliccando su ISCRIVITI accetti di ricevere la nostra newsletter (Privacy Policy). Puoi cancellarti in qualsiasi momento cliccando sul link nella newsletter che ti invieremo.

5/5 (2 Reviews)

Ultimo aggiornamento